I migliori casinò sull’acqua del mondo

C’è qualcosa di mistico che lega l’atto di scommettere e sfidare la sorte, con l’acqua, il più nobile degli elementi. Sarà forse perché colore che salpavano per mare, che fossero pirati o marinai, erano soliti brindare alla fortuna e cercare di assicurarsi la benedizione della dea bendata con riti e offerte di ogni genere. Mi viene in mente Billy Bones, indimenticabile personaggio de L’isola del tesoro di Stevenson, che aveva tatuate sul braccio frasi come “Alla fortuna!” oppure il classicissimo auspicio “Vento in poppa!”.

Una delle rappresentazioni più comuni della fortuna è quella di una donna senza veli che emerge in tutto il suo splendore dalle acque, stringendo in grembo una vela o un timone, e portata in superficie da una conchiglia o da un delfino. Questa è chiamata Fortuna Maris, una mitologia che deriva dalla Venere marina.

A quanto pare parte di questo legame deve essere sopravvissuto nel tempo perché ancora oggi, forse neanche troppo consapevolmente, molti casinò fanno dell’acqua una presenza costante e spettacolare. Vediamo un po’ qualo sono i migliori.

Per cominciare ce n’è uno che in questa lista merita il primo posto senza neanche competere, una vittoria assegnata ancora prima di cominciare la valutazione. È un casinò che sorge nella città d’acqua per antonomasia, gioiello di bellezza e regina incontrastata dei mari, la più ricca delle Repubbliche Marinare: il Casinò di Venezia. Benché una volta dentro si rischia di dimenticarsi dove ci si trova visto che è una casa da gioco vecchio stile (fondata addirittura nel 1638), il tragitto per arrivare e la location bastano a renderlo il più acquatico di tutti.

Restando in Italia e dintorni, si debbono fare i conti con i casinò sul Lago di Lugano, vale a dire quello di Campione d’Italia e quello di Lugano. Affacciati contemporaneamente sul lago e sulle Alpi, questi due casinò non raggiungono le vette americane in termini di intrattenimento, di grandezza, di attenzione al dettaglio, modernità e varietà di offerta, ma in compenso offrono un’esperienza sull’acqua degna di nota.

Parlando di case da gioco sarebbe un’eresia mettere da parte Las Vegas, ma cosa possono avere a che fare con l’acqua dei casinò nel bel mezzo del deserto del Mojave? Se vi fate questa domanda vuol dire che non siete mai stati al Bellagio. Durante tutto il giorno, a intervalli regolari, l’enorme fontana di fronte al grande edificio si anima e regala uno spettacolo strabiliante. Uno show di musiche sempre diverse e spruzzi d’acqua che danzano a tempo, un omaggio al più nobile degli elementi e alla ricchezza di chi ne ha in abbondanza. I video non gli rendono giustizia, dovete guardare con i vostri occhi dal vivo per capirlo. E speriamo vi porti fortuna.

I casinò legati in qualche modo all’acqua sono tantissimi e sarebbe impossibile elencare anche solo i più importanti. Ma visto che questo è un blog italiano forse una menzione se la meritano quelli della Costa Azzurra, i casinò di Nizza, Cannes e Monte Carlo. Volendo possiamo aggiungerci anche quello di Sanremo, che è a pochi passi dal mare ma non gode di una vista particolarmente degna di nota.

Poi ci sarebbero le case da gioco galleggianti, quelle sulle grandi navi da crociera di lusso come l’Empire Casino, sulla Queen Mary II, e la Harmony of the Seas, che solcano gli oceani come delle Las Vegas in movimento. Ma sarebbe come barare.