Barcolana, scommessa all’ultima boa

Torna la famigerata Barcolana, anche detta la “regata di tutti”, alla sua cinquantesima edizione, e si svolgerà come al solito nel golfo di Trieste, dal 14 ottobre 2018. È una delle regate più affollate del mondo e la più grande del Mediterraneo, con picchi di 2101 imbarcazioni in gara, come successo l’anno scorso. Una vera e propria festa del mare in cui si celebra il vento e la vela, ricca di eventi anche a terra, che coinvolge appassionati e non, giovani sportivi e vecchi lupi di mare. Un evento a cui vale la pena di assistere almeno una volta nella vita, anche considerato la bellezza del posto.

Storia

Perché viene detta la “regata di tutti”? Perché possono partecipare tutti: fin dalla sua prima edizione nel 1969, la competizione accetta chiunque abbia voglia di iscriversi, basta la passione e un’imbarcazione. Velisti professionisti e velisti della domenica, capitani navigati e mozzi improvvisati, campioni e neofiti, tutti schierati lungo la linea di partenza per tagliare il traguardo per primi, neanche fosse la maratona di New York. Scafi piccoli e scafi grandi a competere fianco a fianco raggruppati in categorie in base al metraggio.

Betting

Ecco, qui scommettere per vincere è un po’ un’utopia. L’anno scorso la Barcolana edizione numero 49 ha fatto il record di iscritti con più di 2000 partecipanti. Tutto fa presupporre che quest’anno sarà altrettanto positivo, ma ciò significa anche che individuare un vincitore prima dello sparo d’inizio sarà un’impresa più che ardua.

La mia previsione è che anche quest’anno i siti di scommesse online daranno opzioni disparate e vaghe in modo da rendere la scommessa non impossibile, ma è chiaro che puntare su un piazzamento tra i primi cinquanta non è come indovinare il podio. Parlando di podio, in realtà dei favoriti ci sono visto che hanno già vinto le due edizioni precedenti nel 2016 e 1017: sono i fratelli Benussi di trieste, che prima al timone del Maxi 72 Alfa Romeo e poi di Spirit of Portopiccolo sono stati i più veloci di tutti. Ma bisogna anche fare i conti con Maxi Jena, Idea e Esimit Europa 2. Anche quest’anno i favoriti sono loro, ma ancora non si sa su che imbarcazione gareggeranno. Quel che è certo è che i bookmaker li daranno come favoriti. Questa è forse l’unica certezza.

Per ora l’evento è troppo lontano perché ci siano delle quote pubblicate sui siti di scommesse, ma tutti i più popolari se ne occuperanno certamente: 888sport.it, Snai, Eurobet.it, Lottomatica, Sisal sono quelli che l’anno scorso andavano per la maggiore. Grazie alla potenza di internet, poi, si potrà seguire in diretta streaming la gara più affollata del mondo e vedere questa marea di vele planare sull’acqua a tutta velocità.

Evento

Come detto la Barcolana non è solo una regata, è una festa incredibile che coinvolge tutta la città e anche di più. Le 15 miglia di percorso della gara sono nulla in confronto a tutto ciò che avviene prima durante e dopo. Ogni anno vengono organizzati un’infinità di eventi durante i dieci giorni prima della partenza per ospitare l’arrivo di più di 250.000 persone. C’è il cosiddetto Fuoriregata, una serie di eventi organizzati dai commercianti della città per promuovere prodotti e bellezze locali, c’è Barcolana in Musica per intrattenere i turisti con concerti di ogni tipo, e poi c’è l’imperdibile Land Rover Extreme 40 per uno showcase dei catamarani che partecipano all’Extreme Sailing Series. Ce n’è davvero per tutti i gusti e sono pronto a scommettere tutto sulla riuscita, ancora una volta, di una manifestazione che nel mondo ci invidiano. Una scommessa che se esistesse sarebbe data a uno.