Casinò sulle barche fluviali

In Italia si sente spesso parlare di casinò terrestri, casinò online e, perfino, di casinò su navi da crociera ma forse pochi sanno che esiste un’altra categoria molto diffusa di Case da Gioco, ossia quella dei casinò su imbarcazioni fluviali.

Diversamente dai casinò presenti all’interno delle navi da crociera, questi casinò sono “fissi”, cioè sono attraccati stabilmente alla riva del fiume.

Nel nostro Paese questo tipo di casinò non esiste ancora, ma all’estero è molto popolare, specialmente negli Stati Uniti e, soprattutto, lungo fiumi estremamente imponenti come il Mississippi oppure nei porti e nei golfi più importanti della Florida.

I primi casinò ancorati sui fiumi o nei porti delle grandi città, nacquero per aggirare la legge vigente in numerosi stati americani che vietava e, in molti casi vieta tutt’oggi, il gioco d’azzardo sulla terraferma.

I cosiddetti “riverboat casino” sono, dunque, una soluzione di compromesso adottata da molti stati per tutelare e proteggere i giocatori dal rischio eccessivo del gioco d’azzardo tenendo conto, al contempo, degli interessi dei grandi gruppi finanziari e delle holding specializzate nel settore dell’intrattenimento, delle scommesse e del “gambling”.

Uno degli Stati che si muove in questa direzione è la Florida il cui governo vieta da sempre il gioco d’azzardo e le scommesse sulla terraferma ma, allo stesso tempo, permette che decine di “navi casinò” siano attraccate nei suoi porti.

Ogni giorno queste navi salpano a precisi orari, percorrono poche miglia e, una volta arrivate nelle acque internazionali, gettano l’ancora e danno inizio all’apertura dei giochi.

Come è facile intuire si tratta di un escamotage molto chiara per aggirare il divieto del gioco d’azzardo.

Molte associazioni dei consumatori hanno sottolineato spesso il paradosso di questa situazione, chiedendo una maggiore chiarezza legislativa.

D’altro canto, in seguito al terribile uragano Katrina che nel 2005 sconvolse e distrusse intere città americane, spazzando via la stessa New Orleans, i proprietari delle numerose navi-casinò ancorate lungo il Mississippi, chiesero al governo di autorizzare la nuova apertura sulla terraferma per evitare future devastazioni.

Va detto che i casinò sulle barche offrono la stessa varietà di giochi e lo stesso livello di intrattenimento dei casinò terrestri: all’interno delle diverse Case da Gioco fluttuanti sono presenti bar, ristoranti, zone VIP riservate alla clientela più esclusiva, sale dedicate alle slot machine e alle macchinette elettroniche nonché, ovviamente, aree riservate a tornei e campionati periodici, soprattutto di Poker e di blackjack.

In molti casi è anche possibile alloggiare direttamente sulla nave oppure presso hotel collegati al casinò, vivendo così un’esperienza di gioco e di intrattenimento davvero completa.

Tra i casinò galleggianti più famosi ricordiamo il “Casino Queen” situato lungo la riva del Mississippi nella parte dello stato dell’Illinois e il “St. Louis Sam’s Town” sul Red River in Louisiana.